Skip to main content

10 gennaio 2024

LIFE A-MAR NATURA2000 approda in Spagna

Fundación Biodiversidad – Fondazione della Biodiversità del Ministero per la Transizione Ecologica e la Sfida Demografica (MITECO), partner di LIFE A-MAR NATURA2000, ha avviato attività mirate a migliorare la conoscenza e la consapevolezza delle aree marine della Rete Natura 2000 nel Mediterraneo spagnolo. Sin dall’inizio del progetto, sono state organizzate sessioni di formazione per gli attori coinvolti nell’istruzione e nella governance in queste aree ad alto valore ecologico. Inoltre, la campagna velica e le attività ad essa associate, uno dei traguardi più importanti di LIFE A-MAR NATURA2000, inizieranno nel 2024.

Negli ultimi anni, la protezione degli ecosistemi marini in Spagna ha vissuto un forte impulso con la dichiarazione di nuove aree marine protette, di cui la Rete Natura 2000 è una delle più importanti. Solo poche settimane fa, la Spagna ha incrementato l’area del mare protetto di oltre 9,3 milioni di ettari grazie all’inclusione di 7 nuove aree nella Rete Natura 2000, portando l’area marina protetta sotto la giurisdizione spagnola al 21%. L’obiettivo è raggiungere il 30% entro il 2030, un impegno stabilito nella Strategia Europea per la Biodiversità 2030, nella Dichiarazione del Governo sull’Emergenza Climatica e Ambientale e nell’Alleanza Globale per gli Oceani.

In questo contesto, la collaborazione con LIFE A-MAR rappresenta un’ottima opportunità per migliorare la conoscenza e l’apprezzamento della società spagnola nei confronti delle aree marine protette, in particolare della Rete Natura 2000. Inoltre, sostiene l’attività di sensibilizzazione che la Fondazione per la Biodiversità ha svolto attraverso altri progetti, come LIFE+ INDEMARES, già concluso, e LIFE INTEMARES, attualmente in corso. Entrambi hanno un solido focus sullo sviluppo della scienza e della partecipazione sociale nell’ambiente marino.

Nel quadro di LIFE A-MAR, sono state finora organizzate 8 sessioni di formazione sulla Rete Natura 2000, coinvolgendo 267 persone. Una parte delle sessioni di formazione era rivolta a enti educativi e insegnanti, in modo che potessero integrare il progetto educativo “La scuola viaggia nell’oceano con Natura e Marina” nelle loro aule. La seconda parte delle sessioni di formazione si è concentrata sulla governance nella Rete Natura 2000 ed era rivolta a imprese che svolgono attività di avvistamento di balene e funzionari pubblici delle amministrazioni con competenze nella gestione delle aree marine della Rete Natura 2000, come la Guardia Civile – Servizio Marittimo e la Società di Soccorso Marittimo (SASEMAR). È prevista una sessione specifica per il personale della Procura Ambientale e procuratori delegati per febbraio di quest’anno.

Tutte queste azioni di formazione sono state finanziate dal Piano di Ripresa, Transizione e Resilienza, finanziato dai fondi NextGeneration-EU.

Nel 2024 è prevista una campagna velica che include la visita di diverse aree marine della Rete Natura 2000 nelle cinque comunità autonome spagnole situate nel bacino del Mediterraneo o con parte della loro costa al suo interno. Queste regioni sono Catalogna, Valencia, le Baleari, Murcia e Andalusia. In linea con il tour nautico svolto in Italia, potenziando la sinergia con la loro esperienza, la campagna spagnola includerà attività di informazione e sensibilizzazione attraverso visite guidate, incontri partecipativi e attività educative rivolte a settori socioeconomici, come la pesca ricreativa e professionale, gli operatori turistici e il settore nautico-ricreativo, tra gli altri, nonché la popolazione locale. Inoltre, saranno organizzati laboratori di citizen science per promuovere la partecipazione dei cittadini e della comunità scientifica nell’aumentare la conoscenza sugli impatti, gli habitat e le specie presenti nella Rete Natura 2000 marina.

Infine, è iniziato anche il lavoro sulla creazione di un’applicazione mobile per visualizzare i 129 siti della Rete Natura 2000 nel Mediterraneo spagnolo e conoscere i loro valori naturali.